b&b GLI SPECCHI

GLI SPECCHI

Sono orgoglioso di poter offrire, a chi visita Torino e il Piemonte, un angolo di benessere in più: mi piace l’idea di condividere l’atmosfera speciale che si respira in questa casa. La storia de Gli Specchi è fortemente legata alla mia famiglia, in cui accoglienza e ospitalità sono una tradizione arricchita nel tempo. La dimora fu acquistata dalla mia bisnonna Dina per concedersi qualche momento di relax e fuggire dalla costante confusione delle cucine di un grande ristorante di Torino, aperto dal marito Angelo agli inizi del secolo scorso. Durante gli anni ’20 del Novecento il Ristorante Specchi divenne un raffinato luogo di incontro per letterati, politici e industriali, rinomato per la grande cucina di Florindo, il suo chef, e per l’eleganza dei suoi arredi Decò. Ai lunghi tavoli per i banchetti, sotto una decorazione dal sapore esotico, o sugli alti sgabelli del bar, era solita rilassarsi Josephine Baker durante i suoi soggiorni torinesi. Dopo la guerra, la famiglia vendette il ristorante e si trasferì in questa casa. Grazie all’esperienza e ai riconosciuti successi, aprì un nuovo ristorante a Pino Torinese, ma la prematura morte di Angelo interruppe l’avventura. Ora, nella casa di famiglia, tra gli specchi e i ricordi di questa sorprendente piccola storia, desidero accogliere i miei nuovi ospiti con l’attenzione e la raffinatezza di una lunga e consolidata tradizione.

Lorenzo Varale